Mareneve

Taormina si apre sullo Ionio e domina un immenso panorama di cui fanno parte oltre al vulcano attivo più alto d'Europa le sue splendide spiagge. L’Etna rappresenta una risorsa per l’economia turistica grazie anche alle infrastrutture sportive la cui particolarità è quella di poter scivolare sulla neve potendo osservare il mare. Il comprensorio, dal paesaggio incantevole, è protetto da un parco naturale che chiunque si trovi in Sicilia non può mancare di visitare. Dalle piste del versante sud di Rifugio Sapienza è possibile ammirare tutto il golfo di Catania invece dal versante nord di Piano Provenzana lo scenario che si apre d'innanzi comprende Taormina.

A tal proposito è bene precisare che soggiornare nella perla dello jonio può significare allo stesso tempo dedicarsi agli sport invernali e fare dei bagni al mare. Il litorale taorminese si sussegue in ampie e dolci insenature che morbidamente modellano la riviera; roccia, ghiaia e sabbia sono incorniciate dalla vegetazione tipica mediterranea. Il colore del mare, un cristallo liquido palpitante d’azzurro e quello delle rocce, gemme geologiche di scogliere scolpite d’incomparabile bellezza, aumentano il fascino di Taormina.

La piccola baia di Mazzarò è un’insenatura delimitata a sud dal Capo Sant'Andrea, oltre al quale si estende l’incantevole Isola Bella, oggi finalmente diventata Riserva Naturale Orientata, che un'esile lingua di terra collega alla riva. Le spiagge più estese, Spisone e Mazzeo, si trovano invece a nord di Mazzarò. Le voci dei pescatori che invitano alla visita della Grotta Azzurra risuonano su tutta la riviera. L’azzurrità del cielo e del mare ne rivendica l’inconfutabile paternità. Arrivederci turisti che salutate le vacanze da sogno portando in cuore il ricordo dell’indimenticabile “Bel Soggiorno”.