Isole Eolie

Isole Eolie Bene appartenente al Patrimonio dell'Umanità UNESCO Le Isole Eolie dette anche Isole Lipari, sono un arcipelago di origine vulcanica, situato nel Mar Tirreno, in provincia di Messina, a Nord della costa sicula. Comprendono ben due vulcani attivi, Stromboli e Vulcano, oltre a vari fenomeni di vulcanismo secondario. L'arcipelago è composto dalle seguenti isole: • Alicudi • Filicudi • Lipari (centro amministrativo) • Panarea con gli isolotti basaltici di Basiluzzo, Dattilo e Lisca Bianca. • Salina • Stromboli (con il vicino scoglio di Strombolicchio) • Vulcano Destinazione turistica sempre più popolare, le isole attraggono fino a 200.000 visitatori annuali. Le Eolie sono state nominate Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO. Storia La presenza umana nell'arcipelago risulta sin dalla notte dei tempi. Le genti preistoriche vennero infatti sicuramente attratte dalla presenza di grandi quantità di ossidiana. Tra il XVI e il XIV secolo avanti Cristo divennero importanti perché poste sulla rotta commerciale dei metalli, in particolare lo stagno che giungeva via mare dai lontani empori della Britannia e transitava per lo stretto di Messina verso oriente. Mentre in Sicilia si afferma la Cultura di Castelluccio, a Capo Graziano, nell'isola di Filicudi ma anche a Lipari si diffonde la cosiddetta Cultura Eoliana caratterizzata dal commercio piu che dall'agricoltura, con le sue capanne circolari con pareti di pietre a secco, quasi a strapiombo sul mare e una propria ceramica.

Le isole furono colonizzate dai Greci, intorno al 580 a.C., che chiamarono le isole Eolie poiché ritenevano che fossero la dimora del dio dei venti, Eolo, un mito questo destinato ad affermarne la "grecità" . Nel 260 furono teatro della battaglia di Lipari tra Roma e Cartagine. In epoca romana divennero centri di commercio dello zolfo, dell'allume e del sale. Il personaggio biblico Giuseppe menziona un gruppo di isole che forse sono le Eolie: "Elisa diede il nome agli Eliseani ed essi sono ora gli Aeoliani". Elisa si riferisce alla figura biblica Elishah, nipote di Iafet. Nel 1544, quando la Spagna dichiarò guerra alla Francia, il re francese Francesco I chiese aiuto al sultano ottomano Solimano il Magnifico. Questo mandò una flotta comandata da Khair ad Din che attaccò Napoli e la conquistò. Successivamente fece rotta sulle isole Eolie, uccidendo e deportando i suoi abitanti. Nel corso dei secoli l'arcipelago venne ripopolato di nuovo da comunità spagnole, siciliane e del resto d'Italia. In epoca borbonica l'isola di Vulcano veniva usata come colonia penale per l'estrazione coatta di allume e zolfo.